Benedizioni pasquali 2016

Logo GiubileoRicordiamo che anche quest’anno don Franco e don Valerio passano per le benedizioni.

Don Franco passa per le benedizioni delle case nella zona Romagna e Liguria, cioè sopra la ferrovia. Don Valerio coprirà tutta la parrocchia.

Trovate nelle chiese Alba e Mater il foglio delle benedizioni in fondo alla chiesa.

Per conoscere il calendario delle benedizioni pasquali 2016 su Internet, cliccate qui

_23__Nuova_sala_Africaevangelizzazionepunto giovane_23__Albatroccolo_Servizio_Per_Infanzia

Vai sui nostri SoCiAL

imgres-5imgres-4imgres-7flickrustream

Mercoledì delle Ceneri

Mercoledì 10 Febbraio, le Sacre Ceneri. Queste le celebrazioni della giornata nelle due chiese della nostra Comunità:
Ore 8.30 S.Messa a Gesù Redentore
Ore 15.30 S.Messa a Mater Admirabilis con i bambini dei gruppi di catechesi
Ore 20.30 S.Messa a Gesù Redentore

Newsletter 6 Febbraio 2016

Newsletter 6 febbraio 2016

Newsletter 29 Gennaio 2016

Newsletter 29 Gennaio 2016

Visita ai nonni

MERCOLEDI’ 27 e GIOVEDI’ 28 GENNAIO
Con i bambini dei nostri gruppi di catechesi andiamo a fare visita ad alcuni nonni della nostra Comunità.
E’ sempre una esperienza bella, di dono reciproco: esperienza di gioia per i nonni, esperienza educativa forte per i bambini.
Ecco il programma con gli orari e i punti di incontro di ciascun gruppo.

IMG_1019

 

La tombola dell’Epifania

Tombola di Epifania

un video simpatico….

Le foto di Pinzolo 2016

Pinzolo 2016

Tombola in Sala Africa!

Sabato 9 Gennaio, alle ore 21.00 alla Nuova Sala Africa
concludiamo il tempo di Natale con un momento di festa insieme.
Ti aspettiamo!!

Tombola dell'Epifania 2016 jpg

 

 

Ricordo dei defunti dell’anno

Defunti 2015Questa sera alle ore 18.00 nell’ultima Messa dell’anno ricorderemo le persone della nostra comunità che nel corso del 2015 sono tornate al Padre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Omelia della Notte di Natale 2015

Provo a raccontarvi questa sera come nasce il 25 di Dicembre come giorno di Natale. Più che un omelia sarà una catechesi, ma penso tornerà utile a ciascuno.I primi cristiani non conoscevano il Natale. Diciamo che almeno fino al terzo secolo non si è mai festeggiato il compleanno di Gesù. E sapete perché? Semplicemente perché non si riteneva necessario festeggiare una nascita in terra, quando la vera novità del Vangelo stava nella nascita al cielo. Il centro era la Pasqua, con la morte e la resurrezione di Gesù.

Ma non era questo l’unico motivo.

Dobbiamo sapere che i cristiani nei primi secoli quando pregavano si direzionavano, un po’ come fanno oggi i mussulmani verso la mecca. Ecco i cristiani, quando pregavano si voltavano sempre verso est. Le stesse chiese erano tutte direzionate verso est. E sapete perchè? Perchè ad est nasce il sole.

Proviamo ora a mettere insieme qualche pezzo: non si festeggiava il Natale, ma si pregava ogni giorno rivolti verso la nascita del sole. La metafora era chiara: il sole è Gesù.

Quindi i cristiani dei primi secoli non avevano bisogno del giorno del Natale perché ogni giorno ricordavano la nascita di Gesù con la postura della propria preghiera ed era sempre sottintesa la preghiera del Benedictus in riferimento al Messia: “Verrà a visitarci dall’alto come sole che sorge”. Fin qui tutto chiaro.

Ad un certo momento della storia però nasce un problema.

Racconta così san Leone Magno in uno dei suoi memorabili sermoni: “sappiamo che alcuni cristiani prima di entrare nella basilica di San Pietro apostolo, dedicata all’unico Dio, vivo e vero, dopo aver salito la scalinata che porta all’atrio superiore, si volgono verso il Sole e piegando la testa si inchinano in onore dell’astro fulgente. Siamo angosciati e ci addoloriamo molto per questo fatto che viene ripetuto sempre più spesso per ignoranza e in parte per mentalità pagana”.

Cos’era successo?
Continua a leggere

Newsletter di Natale

Newsletter di Natale

La Tombola di Natale

La Tombola di Natale 2015

In ricordo di Piero Serafini

Ci sono due personaggi alla fine del Vangelo di Giovanni che quasi mai vengono presi in seria considerazione. Nel Vangelo della Passione di Gesù stanno un po’ come quei titoli di coda, che scorrono spesso senza essere mai guardati dallo spettatore.Eppure questi due personaggi sono importanti dentro la scena finale perché si occupano di una cosa che era importante fare alla morte di Gesù, cioè la sua sepoltura. I discepoli erano tutti scappati e chi era rimasto certamente non sapeva come prendere in mano la questione. Maria e le altre già ricolme di dolore non potevano come donne preoccuparsi della sepoltura; quindi i due personaggi arrivano come elementi preziosi nel contesto.

Sono Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo….


Continua a leggere

Newsletter 19 Dicembre 2015

Newsletter 19 dicembre 2015

LUCA15

Ecco la registrazione dello spettacolo Luca15….