Vai sui nostri SoCiAL


imgres-5imgres-4imgres-7flickrustream

_23__Nuova_sala_Africaevangelizzazionepunto giovane_23__Albatroccolo_Servizio_Per_Infanzia  
   

Concerto di flauti all’Alba


Pellegrinaggio in Abruzzo

credenziale_pdf__pagina_2_di_2_

Benvenuti in Pellegrinaggio! L’idea di fare un pellegrinaggio con i ragazzi è partita ben 11 anni fa quando ci sperimentammo da subito nel mitico Cammino di Santiago. Poi con un certa continuità abbiamo solcato tanti itinerari, facendo amicizia con santi di “prestigio” come san Giacomo apostolo, San Francesco, San Vicinio e altri meno “battuti” ma tutti da conoscere come Chiara Luce, Santa Scorese, Pino Puglisi…

Quest’anno il pellegrinaggio ci porterà in Abruzzo verso la casa di San Tommaso Apostolo in Ortona dove la tradizione indica la presenza delle reliquie; oltre a Tommaso incontreremo figure di rilievo nella storia della Chiesa: Celestino V, San Camillo de Lellis, Nicola Greco e anche due luoghi speciali, Lanciano e Manoppello dove il mistero di Gesù si rende evidente con il miracolo Eucaristico e la reliquia del volto Santo. Un pellegrinaggio tutto da gustare!

Con Celestino V, che per viltade (o per profezia) fece il gran rifiuto, affronteremo il tema della scelta e delle responsabilità di una scelta.  Con San Camillo de Lellis, promotore e anticipatore degli ospedali moderni, il tema della sofferenza. Con Nicola Greco scopriremo il valore della solitudine e della preghiera monacale. A Lanciano lavoreremo sulla consapevolezza del pane eucaristico. A Manoppello sull’immagine di Dio e lo sguardo iconografico. Infine arrivati ad Ortona, pensando all’incredulità “credente” dell’apostolo Tommaso ci interrogheremo sulla nostra fede.

Di seguito alcuni link aiuteranno anche chi è a casa a vivere con noi le giornate di cammino, con i volti e soprattutto i paesaggi e le mete del pellegrinaggio. Inoltre alcuni link per conoscere i personaggi che andremo ad incontrare per pregare insieme a loro.


Continua a leggere

Aiutiamo la Parrocchia di Padre Salar

Untitled
Untitled

Puoi portare il tuo contributo in Parrocchia oppure attraverso il modulo i paypal sotto nel sito.

La serata della Tombola in parrocchia

Dona il tuo contributo per Padre Salar

Padre Salar, che ha celebrato per alcuni anni nella nostra parrocchia, sta vivendo una drammatica preoccupazione. La sua comunità in Iraq si trova sui monti sopra Ninive circondati da terroristi. Fra i suoi parrocchiani ci sono anche i suoi genitori. La nostra comunità AlbaMater ha già inviato 2000 euro attraverso le organizzazioni  

Puoi certamente aiutarci con il tuo contributo.

url

Somma da donare

Valuta

 

Le testimonianze dei ragazzi alla Luce della notte in quel di san. Lorenzo

Grazie mille a voi per averci dato questa possibilitá!!! É stata un’esperienza davvero unica non mi aspettavo di vedere così tante persone in chiesa, ma soprattutto così tante persone coinvolte spiritualmente, che ci parlavano, a volte piangevano e ci ringraziavano!!! É stato un momento davvero molto intenso che come ha appena detto la giuli mi ha ‘riempita’ ed anche rinvigorita completamente… Ieri sera ho incontrato volti che nel piccolo, sono certa mi hanno giá cambiata molto… Scusate se mi prolungo, ma la frase del vangelo che avevo pescato ieri sera era ‘di te ha detto io mio cuore: “cercate il suo volto”; il tuo volto, Signore, io cerco. E l’ho trovato!! In tutte quelle persone!! E grazie a questa esperienza, ho visto Dio dentro i cuori di tutti, e dentro me stessa, piú forte che mai… quindi il mio è un grazie, enorme!!

La mia frase del vangelo era “mia forza e mio canto è il Signore,egli è stato la mia salvezza”… l’ho sentita particolarmente mia quando in piazza dovevamo avvicinarci a persone mai viste prima e chidere loro di buttarsi a capofitto in un’esperienza che eravamo certe non li avrebbe delusi. In quell’occasione mi sono sentita una “pr di Dio”,ho sentito che Lui era la mia forza per trovare il coraggio di affrontare un rifiuto o semplicemente la vergogna che potevo provare e il mio canto per annunciarlo e testimoniarlo alle persone. Ed è stato illuminante osservare come quest’ultime da diffidenti e scherzose si facevano serie ed interessate alle nostre parole,più di una volta ho sentito nella frase “ci andrò” che spesso hanno pronunciato una seria commozione, e sono grata per questo. Vedere quelle candele sull’altare mi ha fatto riflettere su come la luce di ognuno presa singolarmente sia fiebile,mentre la fede di tutti noi uniti emana una luce folgorante. Grazie

È stato assolutamente meraviglioso. . Non mi sarei mai aspettata un’esperienza così bella.. mi sento davvero piena…!!! Grazie a tutti!

La Tombola di mezza estate: i premi

Il Centro estivo in Parrocchia

La Bibbia in podcast con Uomini e profeti

Uomini e profeti è un programma radiofonico di RAI 3 molto interessante sul confronto tra le religioni e il mondo. VOCE tra le più amate e autorevoli della radio, Gabriella Caramore festeggia i vent’anni tondi di conduzione della trasmissione di cultura religiosa Uomini e profeti , una delle più scaricate sul podcast di RadioTre. Peccato soltanto che quell’autorevolezza conquistata sul campo, non trovi poi una congrua corrispondenza di ordine lavorativo: malgrado sia ormai in età di pensione, Caramore infatti continua ad essere una “precaria”, di nome e di fatto. « Uomini e profeti non nasce con l’idea di andare contro qualcosa, o qualcuno. Però è animata dal desiderio di affrontare le tradizioni religiose con forte spirito critico».
«Vuole mettere in rilievo le contraddizioni, ma anche le potenzialità di intelligenza e libertà che emergono dai testi e che talvolta la costante tendenza al conformismo delle tradizioni tende a soffocare. Per questo occorre, rischiando anche di sbagliare, come tante volte mi è accaduto, giocare su una dinamica interpretativa: affrontando ad esempio i religiosi, che spesso si incatenano dentro uno schema rigido, secondo una prospettiva laica, e gli atei, talvolta un po’ puerili, secondo una prospettiva religiosa. È un modo diverso, mi sembra, per mettere il religioso a confronto con la complessità del nostro tempo».
Qual è il timbro più caratteristico della trasmissione?
«In primo luogo quello di far parlare in prima persona gli appartenenti a tradizioni diverse: cattolici di varia formazione, protestanti, ebrei, musulmani, buddisti, agnostici che non rifiutano il confronto con il religioso… Poi quello di prestare particolare attenzione alle Scritture, come è stato per il lungo ciclo dedicato alla lettura e commento della Bibbia. Inoltre, avere al fianco, come compagni di viaggio, teologi e studiosi come Paolo De Benedetti, Enzo Bianchi, Paolo Ricca, Salvatore Natoli, la teologa musulmana Shahrzad Houshmand, ma anche il profugo nigeriano, la dottoressa ucraina che da noi fa la badante, il carcerato… » E dal punto di vista personale, che cosa ha rappresentato l’esperienza di un programma radiofonico che in un’epoca tutta schiacciata sul presente coltiva invece uno sguardo lungo, proiettato addirittura sull’eterno?
«Moltissimo. La possibilità di capire che dentro l’esperienza religiosa si annida un enorme potenziale di libertà. Oltre alla ricchezza degli incontri con gli ospiti, gli autori, un pubblico attento ed esigente».

Ecco il link per seguire tutte le trasmissioni riguardanti la lettura della bibbia con teologi e biblisti autorevoli. CLICCA
Un’altra interessante sezione di uomini e profeti è dato da queste puntate speciali, fra cui la storia di Etty Hillesum. CLICCA

Podcast_Rai_TV_-_Uomini_e_Profeti_-_Apocalisse

Il Perdono di Assisi

www.porziuncola.org

ATTIVITÀ > IL PERDONO DELLA PORZIUNCOLA > DIPLOMA DI TEOBALDO
Fonti Francescane 3391-3399

Il “Diploma” scritto da Teobaldo (frate minore e vescovo di Assisi), emanato dalla curia vescovile il 10 agosto 1310, rappresenta il punto d’arrivo e il perfezionamento formale della documentazione riguardante la complessa vicenda dell’origine dell’Indulgenza della Porziuncola. Per questa sua caratteristica di ufficialità, il Diploma è chiamato anche “Canone Teobaldino”. Il documento, per quanto motivato da preoccupazione polemica contro i detrattori dell’Indulgenza, è impostato con impeccabile rigore narrativo e giuridico, saldamente ancorato alla realtà del momento drammaticamente teso ad evadere dal dilemma “vero-falso” per rifugiarsi nel “vero” dell’Indulgenza.

Nel corso dei secoli la concessione subirà molte variazioni, fino ad un massimo d’estensione, a tutti i giorni per la chiesa della Porziuncola, per tutte le chiese francescane e non il solo 2 agosto. La disciplina attuale è stata fissata da Paolo VI nella Lettera Apostolica Sacrosancta Porziuncolae Ecclesia del 14 luglio 1966, inviata al Vicario Generale dell’Ordine dei Frati Minori, fr Costantino Koser in occasione del 750° anno della concessione dell’Indulgenzia della Porziuncola.

Segue il testo, in italiano, del Diploma di Teobaldo e il video di una parziale lettura che se ne fa nella Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli il mezzogiorno del 1 agosto, dichiarando così l’apertura della Solennità del Perdono di Assisi o Indulgenza della Porziuncola.


Continua a leggere

Le lodi in spiaggia

Continuano le preghiere mattutine in spiaggia con Suor Soledad e don Matteo, aiutati dall’instancabile Paola. Ecco alcune foto di questo momento spirituale.

 
Senza titolo

Omelia di don franco nella messa funebre di Gianluca

Intervenire oggi con parole nostre che non siano quelle lette dalla Parola di Dio o dalla Sacra Liturgia diventa davvero un operazione rischiosa. Forse il silenzio sarebbe il miglior interprete delle emozioni e dei dolori che stiamo vivendo, ma credo che anche questo oggi potrebbe lasciar spazio a fantasmi e tristezze.

Così mi accingo a scrivere e ora a leggere alcuni pensieri personali e spero di farlo con la delicatezza con cui lo Spirito Santo è solito soffiare nei cuori feriti e affranti.


Continua a leggere

Veglia di preghiera per Gianluca

Domani sera Martedì 24 Giugno alle ore 21.30 alla Chiesa dell’Alba celebriamo una veglia di preghiera per Gianluca che oggi è salito al cielo. Ci uniamo al dolore immenso della famiglia.
Il funerale sarà Giovedì 26 Giugno alle ore 15.30. E’ possibile seguirlo via streaming seguendo questo link

IMG_0856

Qui puoi scaricare l’omelia di don franco durante la Messa del funerale.
CLICCA

Campo elementari 2014

Siamo arrivati in dirittura d’arrivo per il campeggio elementari. In tutto siamo in 85 di cui 61 bambini, 16 animatori, 2 educatori, 4 cuoche e 2 preti. Saremo distribuiti in due case molto vicine, dai frati e dalle suore clarisse (clicca per google maps).

Si parte alle 9 dal piazzale delle scuole elementari Annika Brandi (clicca per google maps).

Qui trovate il link per le foto in streaming, cioè le foto in diretta dal campeggio. Se volete ricevere sul vostro smartphone la notifica delle foto potete lasciare la vostra email cliccando qui e compilando i vostri dati. (ovviamente sarebbe bene compilare tutto prima del campeggio).

Infine a questo link potete scaricare il file con i numeri di telefono degli animatori in campeggio e la lista delle cose da portare (abbigliamento ect…)

Ecco le camere dove dormono i bambini. Trovate l’animatore di riferimento che potete chiamare al telefono; gli sarà più facile trovare i vostri figli…!

Camere di I-IV elementare CLICCA

Camere di V elementare. CLICCA

Segui in diretta “Amici di Maria”

Segui qui alcune scene
Segui attraverso la cam della Sala Africa